Elisabetta Mastro

Il concetto di “essere corpo” che scalza prepotentemente, una sintesi di anima e corpo.

Un corpo attivo avvolto da cromie, che fugge, danza, salta, si ribella o si piega; un corpo dai colori accesi attento ai vissuti e alla dimensione sensoriale e sensibile delle cose. Un nuovo sentimento del corpo che lo rende protagonista della scena in cui si privilegiano illusioni, sensazioni, sogni.

Corpo dei sensi, naturale e sociale che diventa sede delle emozioni. Mutevoli, impreviste, passionali e malinconiche.

Memoriae2019 Il Murale

"MUTEVOLE" Il Murale